Iraq, cristiani in fuga e le Caritas pronti ad accoglierli
Iraq, cristiani in fuga e le Caritas pronti ad accoglierli

Di fronte alla fuga dei 100 mila cristiani dalle città del nord iracheno, a causa dell’avanzata degli estremisti islamici, il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale italiana si appella alla solidarietà: "Piena disponibilità ad accogliere i perseguitati (…) Le diocesi italiane sono da sempre notoriamente disponibili verso gli immigrati: lo sforzo diventerà ancora più urgente e doveroso verso i tantissimi fratelli brutalmente perseguitati a causa della loro fede". La Caritas italiana coglie l'occasione per ringraziare tutte le Caritas diocesane per gli sforzi in atto sul fronte dell'accoglienza profughi, invitandole a prepararsi alla solidarietà anche nei confronti delle nuove persone in arrivo.

Oltre che con la Caritas Iraq, pronta per l'assistenza di circa 1 milione e mezzo di persone, la Caritas italiana segue al momento progetti di emergenza in coordinamento con quella del Libano e della Turchia. Nel territorio libanese si sta procedendo con l'accoglienza delle famiglie cristiane irachene che stanno scappando da Mosul, per raggiungere familiari e amici che vivono nel paese, e che si aggiungono ai già tantissimi profughi siriani presenti. Tanti sono anche i rifugiati che stanno raggiungendo la Turchia, dove la Caritas sta svolgendo un lavoro di assistenza sia al confine con l’Iraq che ad Istanbul.


Scritta da tikotv
il 09/08/2014
Torna alla lista news
lista Tag:   notizie
Ultime Notizie
Cerca
Notizie trovate   

Non perdere la nostra diretta!!!

titolo
descrizoipne